giovedì 8 dicembre 2016

Recensione:Buon natale baby di Stephanie K.Sinclair











Kayla era solo una ragazza quando si è ritrovata a scappare dai terribili ricordi che hanno segnato profondamente la sua vita, portandola a lasciare Dallas.
Sono passati quindici anni da allora e Kayla è ormai riuscita a costruirsi un futuro a New York come insegnante di sostegno.
Tuttavia il passato decide di non lasciarla in pace e improvvisamente si ritroverà vittima di un uomo misterioso e della sua promessa: "Finalmente, avrai il tuo Natale rosso sangue".
Terrorizzata da questa minaccia, Kayla finirà per chiedere aiuto a un’agenzia di sicurezza privata che la porterà a incontrare l’affascinante Ian Crawford, la sua guardia del corpo.
Kayla capisce subito che Ian nasconde un passato che non vuole svelare senza sapere che questo presto potrebbe mettere a repentaglio la sua stessa sicurezza e distruggere quel sentimento d’amore che sta nascendo tra di loro.
 
 


Cari lettori se avete mezz'ora del vostro tempo libero e non sapete cosa fare vi consiglio di leggere questo piccolo racconto ispirato al natale e all'amore al colpo di fulmine.

 Kayla Green proveniva da una delle famiglie più ricche e in vista di Dallas. Suo padre era un ex colonnello
della Marina pluripremiato in lista per diventare sindaco della città, mentre sua madre era la classica
donna trofeo che si dedicava poco alla casa e che organizzava feste e ricevimenti per promuovere le
elezioni del marito.
Era figlia unica. I suoi genitori l'avevano educata per farla diventare un'ottima moglie e madre sempre pronta a sostenere l'uomo con cui avrebbe diviso il resto della sua vita. Kayla ha sempre adorato il periodi di Natale,amava le decorazioni,i regali,la neve che scende,l'atmosfera magica che si respira.All'età di quindici anni si innamora di Michael Cooper ,alla festa dell'inverno il suo ragazzo ritardava nel presentarsi così di punto in bianco un ragazzo la fissa di  troppo e stanza di aspettare e stare a guardare la gente che si diverte decide di fare la prima mossa e invita il ragazzo a ballare.In pochi minuti di ballo e tra la braccia strette di Stanley  qualcosa dentro di lei scattò ma tutto fu rapido che all'improvviso il momento magico si spezza e nel rompere di mezzo la scena perfetta comprare il ragazzo di Kayla,che prende a pugno il giovane ragazzo in quel momento capisce che Michale è un violento e decide di rompere con lui.

Passano i giorni e Kayla sente il bisogno di vedere e sapere che Stanley stia bene,mentre assisteva al concerto pomeridiano di Natale con la coda dell'occhio lo vedi e decide di parlare con lui.Quello che vide la sconvolse e fu allora che Michael gli aveva mentito ,gli aveva rotto il braccio e qualche livido al viso.



Da quel loro incontro non si vedranno più, passeranno anni prima che si rivedranno.

Sono passato quindici anni ,adesso Kayla lavora come insegnate di sostegno per bambini che hanno diversi disturbi  e grazie a loro che ha imparato ad non essere più goffa e timorasa non è più la ragazzina di un tempo.Vive a Brooklyn ,una casa tutta sua ha lasciato il passato alle spalle dopo quello che è successo i suoi genitori non l'hanno mai fermata.Ma qualcuno nella sua vita serena e felice decide di minacciarla con squilli e biglietti anonimi.

Eccoci qui che ci ritroviamo al suspance della storia che a mio parere non solo non me lo aspettavo ma l'ho trovato davvero perfetto.

Entra in scena Ian un uomo bello da togliaere il fiato,dolce,romantico e protettivo ma perchè queste bellezze esistono sono nei libri?Ne voglio uno pure io!!!😍

 Il trillo del telefono mozzò la frase di Ian. Tre squilli. Poi partì la segreteria che la ragazza aveva
impostato prima di uscire.
Dall'altra parte, di nuovo quel respiro pesante e quella voce cavernosa da mettere i brividi: «Non
potrai proteggerla in eterno, Crawford. Goditela finché puoi.» e poi il silenzio.
«Sa di te, Ian. Com'è possibile? Mi ucciderà, mi ucciderà... MI UCCIDERÀ!»
Ian l'afferrò per le spalle cercando di farla calmare. «Guardami, Kayla. Ora!»
Lei lo fissò con gli occhi colmi di pianto.
«Quel pezzo di merda non riuscirà nel suo intento. Ti proteggerò a costo della vita. Hai capito,
Kayla? Rispondi.»
La donna vide la determinazione e la promessa in quelle iridi uniche. E nonostante la paura e che tutto era contro di lui, gli credette

Non posso svelarvi chi sia Ian in realtà ne posso dirvi chi è il mittente delle lettere e delle minacce che Kayla riceve,vi rovinerei il resto del racconto. 

Un finale davvero toccante che ammetto mi ha commosso molto,bravissima l'autrice non ho mai letto nulla di tuo ma devo rimediare.





 

1 commento:

  1. Complimenti post molto interessante e bellissimo blog!
    Mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi se ti va di ricambiare passa da me!
    Baci
    Mary
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina