giovedì 26 gennaio 2017

Recensione:Chemist,la specialista di Stephenie Meyer





Lei lavorava per il governo degli Stati Uniti, per un’agenzia così segreta che non ha neanche un nome. È un’esperta nel suo campo, ma adesso sa qualcosa che non dovrebbe sapere, e i suoi ex capi la vogliono morta. Subito.
Non può restare a lungo nello stesso posto, né mantenere la medesima identità per troppo tempo, e l’unica persona di cui si fidava è stata uccisa. Quando le viene offerta la possibilità di mettersi in salvo, in cambio di un ultimo lavoro, lei accetta, ma nel momento in cui si prepara ad affrontare la sfida più dura, si innamora di un uomo. E sarà una passione che può soltanto diminuire le sue possibilità di sopravvivenza.
Mentre tutto si complica, la Specialista sarà costretta a mettere in pratica il suo «talento» come mai prima. In un mondo in cui i rapporti di fiducia mutano di continuo, dovrà muoversi con ingegno e astuzia per proteggere se stessa e l’uomo che ama.
Stephenie Meyer ha creato un’eroina affascinante e feroce e dato vita a un romanzo potente che trascina il lettore in un vortice ad alto tasso adrenalinico: crimini, fughe, torture, giochi e doppi giochi di spionaggio, in bilico tra passioni e ragioni assolute.





The chemist è l’ultimo libro della scrittrice Stephenie Meyer…ero un po’ prevenuta perché avendo letto gli altri suo libri mi aspettavo la solita storiella romantica su base fantasy…non potevo sbagliarmi di più!



 Niente a che vedere con improbabili alieni o vampiri sdolcinati…qui si parla di intrighi, torture, spie, doppi giochi…tripli giochi! E’ la storia di Julia, Alex, Ollie…una ragazza in fuga dalla stessa organizzazione segreta per cui lavorava e che ora le dà ferocemente la caccia…stessa ragazza mille alias diversi perché ha dovuto imparare a sue spese che la prudenza e la paranoia sono le sole cose in grado di tenerti in vita!
Nasce come una nerd super intelligente, che studia per diventare medico e che viene reclutata subito da una segretissima agenzia governativa, un’agenzia cosi segreta che non ha neppure un nome.




Fermare il terrorismo era sempre stata la componente principale del suo lavoro. E la giustificazione migliore…persone come lei avevano impedito che certe situazioni si trasformassero in immani tragedie in termini di vite umane. Era un compromesso. Orrore su piccola scala contro massacro totale



Stephenie non ci delude mai…se scrive un libro una storia d’amore improbabile ce la deve mettere per forza! Da un incontro “lavorativo” tra Alex e Daniel nascerà del tenero…non vi racconto di più per non svelare troppo ma …  

“La specialista era una macchina. Spietata e implacabile. Il suo mostro adesso era libero…se tutto fosse andato per il verso giusto anche quello di Daniel Beach sarebbe uscito a giocare” 

La storia è molto originale (in stile Alias, chi vedeva questo telefilm può farsi un’idea) la consiglio, è piena di colpi di scena e di amori e amicizie improbabili! 

 


1 commento:

  1. Sono contenta ti sia piaciuta! Sono curiosissima di questa storia!

    RispondiElimina