martedì 31 gennaio 2017

Recensione:Voglio noi di Elisa Gentile







 Celeste ha poco più di vent’anni ed è la madre di Axel. Ma Celeste è anche Cleo, ovvero la ragazza che lavora part-time in un supermercato e vive una storia d’amore molto passionale con un ammiraglio della Marina inglese. E infine, Celeste è Blue, una spogliarellista in un locale che si chiama Sublime… Matteo ha quasi trent’anni, ha lasciato Bologna per sfuggire al suo passato e si è trasferito a Vignola, dove vive insieme alla sua compagna, Lea. A loro Celeste lascia Axel quando la notte lavora al Sublime. Matteo la disprezza per questo. Durante l’addio al nubilato di un suo amico, il ragazzo scopre che Celeste e Blue sono la stessa persona. A questo punto, l'astio nei suoi confronti si trasforma in vero odio, prima di lasciare spazio a un sentimento travolgente che mai avrebbe pensato di poter provare… 



Buongiorno carissimi lettori!
Continuano le recensioni di oggi,vogliamo iniziare questo martedì in modo attivissimo.
Ho letto ieri sera il nuovo romanzo di Elisa Gentile "Voglio noi",oltre ad una trama alquanto ricca di contenuti ,ci spiega inoltre cosa ci aspetta nella lettura,ma vogliamo parlare del titolo?Fantastico dice tutto.



Celeste detta Cleo per gli amici è una giovanissima mamma di un bambino di tre anni,Axel,un amore di bimbo senza di lui la lettura non sarebbe stata la stessa,mette allegria,felicità,mi ha tenuta incollata per tutta la sera con il sorriso sulle labbra e qualche lacrimuccia mi è scappata,perchè l'amore di Celeste per suo figlio è talmente grande che impossibile non amare.


Celeste proviene da una famiglia molto ricca,quando a soli 17 anni rimane incinta i suoi genitori non volevano che tenesse il bambino  perchè era un affronto al loro cognome e alla città in cui viveva,sua madre non voleva che tutti parlassero male di loro,non solo Luca il ragazzo di Celeste dopo aver saputo che era rimasta incinta ha deciso di non ne volerne sapere di diventare padre così la nostra ragazza decide di abbandonare tutto e di crescere da sola suo figlio.



 «Amore mio, sono qui». Arrivo in tempo per appoggiargli una mano sulla fronte e l’altra sulla nuca e il
lamento si fa roco e il suo stomaco ricomincia a fare i capricci.
«Mamm… mammuccia! Mammuccia, bua!», si lamenta.
Piangiamo entrambi. Gli afferro di nuovo la fronte e sposto il piumone. Il tappeto è pieno di vomito ma
non mi importa. Dovrei decidermi a chiamare Diego per dirgli che stasera non potrò lavorare e magari
chiedergli di accompagnarmi in ospedale.
Axel tossisce debolmente altre due volte e cerca il mio abbraccio.
«Tesoro mio, va tutto bene. Va tutto bene». Lo stringo forte sedendomi al suo fianco. Le sue manine
piccole si aggrappano a me con forza. «Amore, va tutto bene. Ora la bua passa».
«Ho bua, mammuccia! Io bua». Continua a piangere e mi si spezza il cuore.
Mi mordo il labbro per non piangere. Poi Axel scivola nel sonno.
Gli ricontrollo la febbre: trentotto e sette. Grazie al Cielo sta scendendo



Celeste non vuole fare mancare nulla al suo bambino,la sera lavora al Sublime un locale per spogliarellisti che la notte si trasforma in Blue mentre nel fine settimana lavora  part-time come commessa eh lì diventa Cleo per tutti.Per distreggiarsi in entrambi i lavori Celeste affida il piccolo Axel alla sua vicina di casa,Lea che convive con il suo ragazzo, Matteo.

Matteo lavora come vigile del fuoco ma odia profondalmente la sua vicina di casa,non capisce come mai quel bambino per tre notti di fila dorme a casa loro,quando viene a scoprire che Blue e Celeste sono la stessa persona prova ancora di più disprezzo per quella ragazzina.Matteo con il tempo si affeziona sempre di più al piccoletto ma non sopporta che la madre si spoglia davanti a tanti uomini,non sopporta che lo lascia lì e lei si fa vedere nuda a tanti uomini.

Matteo ha un passato pieno di troppa soffferenza dentro,un passato ingombrate e doloroso ,che lo porta ad avere una visione diversa rispetto a noi.In passato nessuno ha salvato lui e sua sorella Desmonda ma adesso essendo grande vuole salvare Axel da quel mondo di Blue,non vuole che il bambino crescendo si vergognasse della madre.

Finchè una notte tutto cambia,dopo un bacio pieno di passione si sussegue una notte di intensa passione,etrambi sono pazzi ma vogliono essere pazzi assieme.





 «Le cose tra di noi non vanno da un po’. Faccio solo un favore a entrambi». Divento ancora più triste.
Inconsolabile… «Ed è tutta colpa tua».
«Che…?». Non mi accorgo subito del suo tono di voce morbido, ma basta che si chini su di me,
coprendomi col suo corpo e mi mostri quel sorriso dolce e aperto, per farmi capire cosa vuol dire.
«Non ho fatto altro che pensarti, Cleo. Sono stato uno stronzo, ti ho detto cose orribili. Ma non facevo
altro che ripensare a te, ai tuoi occhi, al fatto che contro quella porta ho fatto l’amore per la prima volta
in vita mia».
Matteo mi accarezza il viso, ma la sola cosa che riesco a sentire sono i suoi occhi su di me. Pensavo
fossero freddi e invece sono caldi, mi accarezzano rubandomi l’anima, scacciando ogni dubbio, ogni
rimorso. Le sue labbra, poi, sono deliziose piume profumate di dolcezza che mi lambiscono la bocca,
tormentandola. Non ho mai ricevuto un bacio più bello in tutta la mia vita.
«Siamo due pazzi incoscienti», gli sorrido interrompendo il bacio.

La narrazione avviene a capitoli alternati,cosa che apprezzo sempre perchè aiuta a capire le scelte dei personaggi e di apprezzarli di più nel bene e nel male.






Elisa sei stata davvero bravissima nel creare questa storia fatta di amore,passione,sofferenza,paure e insicurezze.....temi molto forti che difficile descriverli in un libro ma tu hai preso in pieno tutto.




Nessun commento:

Posta un commento