lunedì 6 febbraio 2017

Recensione in Anteprima:Strarlight di Cristina Chiperi





«Quando la notte indossa le stelle, pensa a me. »
I corridoi dell’università sembrano infiniti, soprattutto per una matricola come Daisy. Tutto è nuovo ed entusiasmante per lei. Non riesce a immaginare un periodo più sereno della sua vita, fino a quando in quegli stessi corridoi incontra due occhi che avrebbe preferito non rivedere. Appartengono a Ethan, il suo migliore amico quando aveva dodici anni. Dietro quel ciuffo ribelle, Daisy riconosce il ragazzino timido e misterioso che l’aveva conquistata con le sue storie sul cielo e le costellazioni, soprattutto quelle stelle binarie che viste dall’occhio umano sembrano una sola, ma in realtà sono due e sono inseparabili. Ruotano sempre insieme nonostante tutto, qualunque cosa succeda. Così erano lei e Ethan. Poi tutto è cambiato. Perché lui ha tradito la sua fiducia e Daisy non crede che possa più esistere un legame così forte. Non crede più nella magia delle stelle. Lei crede nel fascino delle parole e dei ragionamenti. Non potrebbero essere più diversi di così, lei persa tra gli insegnamenti dei suoi amati filosofi e lui nelle formule astronomiche. Parlano due lingue differenti ormai. Eppure rincontrarlo dopo tanto tempo le fa provare emozioni forti e contrastanti. Daisy deve scegliere tra perdonare e ricordare. Il primo istinto è quello di fuggire. Perché la luce delle stelle a volte può abbagliare. Ma stelle binarie si nasce, e non si può fare nulla per cambiare il destino. C’è sempre una forza che ti riporta indietro. Il tuo posto è lì, per sempre. Cristina Chiperi ha solo diciotto anni ma è già un fenomeno editoriale senza paragoni. È l’autrice italiana più amata di Wattpad con oltre 20 milioni di visualizzazioni. I suoi libri della serie My dilemma is you sono stati per mesi in vetta alle classifiche. La stampa più prestigiosa e i principali programmi televisivi di cultura hanno parlato di lei. Le migliaia di suoi fan sui social media la adorano e chiedono senza sosta sue nuove storie.




 Sarete sicuramente d’accordo con me carissimi lettori, che non c’è cosa più brutta che iniziare un libro, un bel libro, ed essere convinti che sia autoconclusivo e non vedere l’ora di finirlo, per poi arrivare alla fine e piangere dopo la scoperta che invece avrà sicuramente un seguito. È quello che è successo a me oggi, quindi ATTENZIONE, ATTENZIONE, libro bellissimo ma NON autoconclusivo.




 Mi sono veramente appassionata molto a questa storia, forse proprio per la sua semplicità, senza troppi fronzoli ma diretta e sincera, che ti arriva subito al cuore e ne fa il suo punto di forza. Ho trovato fantastica l’idea di iniziare ogni capitolo con una citazione di un filosofo, passione della nostra protagonista, soprattutto perché in questo modo ci collegava alle vicende che sarebbero state raccontate in quel capitolo, e quindi iniziare a leggerlo con un sorriso in più. Daisy e Ethan sono i nostri due protagonisti. 

La loro storia inizia quando sono ancora adolescenti e frequentano le scuole medie, per poi continuare in un presente universitario. È attraverso gli occhi di Daisy che ci viene raccontato, secondo me in splendido modo, l’evolversi dei rapporti tra i due amici. Daisy è la classica bambina esuberante, che non sta mai zitta e vuole essere amica di tutti. Forse mi ha colpita così tanto perché mi sono rivista un po’ in lei, o forse perché è grazie alla sua determinazione che inizia tutta la storia, lei che fa di tutto per riuscire a diventare amica di quel bambino così strano e silenzioso, senza mai arrendersi. È così che riesce ad aprire il cuore di Ethan, pian piano, per poi entrarci e rimanerci forse per sempre. 

Diventano presto migliori amici, anzi forse qualcosa di più, trovano la forza l’uno nell’altra e nonostante amino due mondi completamente diversi, filosofia e astronomia (che saranno due costanti in tutto il libro) non possono fare a meno della loro presenza reciproca. A questo punto la scrittrice è già riuscita a farci sognare con la loro storia, così tanto da farci sperare che alla fine tra i due nascerà una bellissima storia d’amore. Ma come ben sapete, il “disastro”, che in queste non può mai mancare, è imminente. Infatti Daisy e Ethan sono costretti a separarsi per via del divorzio dei genitori di Daisy, che la costringe a trasferirsi in un’altra città. Ho amato molto questa parte, ne è stato dato il giusto peso, perché vedere crescere un’amicizia così forte che stavi iniziando ad amare, essere sostituita da un odio profondo pieno di rancore, non è semplice, ma ti arricchisce parola dopo parola. Si ho detto odio, perché è quello che Daisy arriva a provare nei confronti di Ethan, credendo che sia stato lui a rivelare a sua madre l’infedeltà del marito, proprio come lei gli aveva confidato il giorno prima. Devo fare veramente i complimenti all’autrice, nonostante sia chiaro a noi lettori che le cose sicuramente non sono proprio come la vede Daisy, riesce a farci entrare nella sua testa di giovane adolescente e a farci capire perfettamente i suoi sentimenti, così come farà per il resto della storia. 

I due ragazzi si rincontreranno dopo 6 anni all’università, grazie ad amici comuni e sarà molto divertente scoprire le loro reazioni quando si ritroveranno nuovamente faccia a faccia, insieme ai cambiamenti che li hanno fatti diventare le persone che sono oggi (Ethan sembra essere diventato un gran figo, dico solo questo!). Potrà il passato essere dimenticato? Riuscirà Daisy a scoprire che ragazzo si nasconde veramente dietro Ethan? Tutti gli scheletri nell’armadio usciranno allo scoperto? E qual è il prezzo che dovrà pagare Daisy per scoprire i suoi sentimenti? Non voglio rispondervi a queste domande, un po’ di suspense ve la lascio sempre, ma anche perché nemmeno io ho tutte le risposte  . 

Vi posso assicurare però che questo libro vi appassionerà come ha fatto con me, e soprattutto vi scalderà il cuore


 


Nessun commento:

Posta un commento