venerdì 10 febbraio 2017

Recensione:La mia meravigliosa eccezione di Francesca Santangelo








Allison ha un passato che fatica a lasciarsi alle spalle. Vive costantemente nell’ansia di incontrare le persone che negli anni le hanno fatto del male, sebbene queste siano ormai lontane da lei. Tuttavia, nonostante la paura e la prudenza, decide di iniziare a dare una svolta alla sua vita. Proprio quando sta iniziando a fare dei passi avanti, qualcuno sconvolge le sue fondamenta, tutte le convinzioni che credeva di avere. Braden sa riconoscere un cuore tormentato dai fantasmi del passato, ed è proprio quello che ha visto in Allison il giorno in cui l’ha incontrata per la prima volta.
Anche lui ha qualcuno che lo ha ferito quando avrebbe dovuto proteggerlo da tutto e da tutti, qualcuno che ha preferito la strada accidentata dell’illegalità alla famiglia felice.
Tra loro sarà una corsa contro i sentimenti, contro la paura da sconfiggere e un futuro da vivere; un’eccezione che riempie il cuore di amore, fin quando tutte le loro certezze crollano come castelli di carta.
Adesso il presente è diventato il loro passato.
L’eccezione qualcosa di cui avere paura…


 Amo molto leggere i self, scoprire nuovi autori talentuosi e dargli così la possibilità di mettersi in gioco. A volte magari ti ritrovi a leggere libri che hanno ancora bisogno di qualche manutenzione, altre volte invece libri che potrebbero benissimo essere stati scritti da autori affermati.



Ed è proprio questo il caso di “La mia meravigliosa eccezione”, una piacevole e affascinante scoperta. Con questo libro sono stata strappata dal mio mondo per essere catapultati in quello di Allison e Braden, restando veramente sorpresa della loro storia, che mi ha colpito come un fulmine a ciel sereno. Questa è incentrata principalmente su Allison, costretta dal suo passato a vivere quasi nascosta in casa, seguita costantemente da guardie del corpo e perseguitata tutte le notti da terribili incubi. Qui devo veramente lodare la scrittrice, perché non è facile creare e descrivere bene un personaggio così profondamente degradato all’interno come quello di Allison, ma lei riesce ad arrivare dritto al cuore del lettore e a fargli capire perfettamente le sensazioni e soprattutto le paure della ragazza. Paure che per Allison sono davvero distruttive e che non le permettono di vivere la sua vita da normale ventenne, che la vede alternarsi tra il bar dei suoi genitori, il poligono, la palestra e lo psicologo. È veramente piacevole assistere alla crescita che il suo personaggio compie all’interno del libro, non troppo affrettata ma nemmeno noiosa e lenta, insomma il giusto mix. Infatti Allison dopo due anni terribili di paura decide di riprendere in mano la sua vita, grazie soprattutto al sostegno dei suoi genitori e della sua amica Rose (ulteriori complimenti all’autrice che ha intrecciato perfettamente la sua storia con quella di Allison e Braden, ponendo così le basi per il suo prossimo libro). Allison prende questa decisione poco prima che la sua vita si scontri letteralmente con quella di Braden.

 Il colpo di fulmine per lui sarà immediato e da quel momento farà di tutto per conquistare la ragazza e ottenere la sua fiducia. Fiducia che Allison non riesce a donargli inizialmente, nonostante suo padre (agente della DIA) abbia scavato a fondo nel passato nel ragazzo, senza trovare nulla. Questa recensione vi sembrerà piena di complimenti, ma non posso non farli alla scrittrice, che intraprendendo una trama così complicata alla fine riesce a far quadrare tutto e a dare al lettore le giuste risposte, che di certo non si aspettava inizialmente (capirete quando leggerete il libro). La crescita di Allison sarà sicuramente in salita, ma piano piano Braden riuscirà ad abbattere i muri che lei si è costruita intorno e dentro, insinuandosi sempre più in profondità nel suo cuore ferito. Ho trovato questa parte del racconto molto bella, dove entrambi i personaggi si affidano l’uno all’altra, apprezzando la sincerità e la forza che portano il loro rapporto ad un livello superiore. Allison arriverà a fidarsi così tanto di Braden fino a decidere di intraprendere con lui una vacanza in un’altra città, lontana da casa e dalla protezione dei suoi genitori.

Seguiti dalle guardie del corpo e dai loro due amici (Rose e Aiden, che spero rivedremo presto) i due ragazzi passano settimane fantastiche, dove tutto sembra
perfetto, e il passato finalmente pronto ad essere dimenticato per sempre. Ma non sanno che forse il loro presente non è poi così perfetto come credevano, e tornati a
casa tutte le sicurezze di Allison verranno distrutte in un attimo, costringendola ad allontanare il più possibile Braden dalla sua vita. Non voglio svelarvi altro, perché
questa è proprio la parte in cui il libro prende una piega inaspettata, che ci terrà col fiato sospeso fino alla fine. Cosa sarà successo ad Allison e Braden? Chi è veramente
lui? È possibile che il loro passato burrascoso sia in qualche modo intrecciato? Beh
che aspettate?! Affrettatevi e andate a leggere questo libro stupendo!
Non fatevi scoraggiare dal fatto che sia un self, perché vi posso garantire che l’autrice ha davvero tanto talento, e non posso farle veramente nessuna critica, a parte forse la scelta del titolo, così simile a molti altri, anche se capisco che si addica molto alla sua storia. Inoltre nonostante la scelta di dedicare un paio di capitoli ai pensieri di Braden faccia comprendere meglio la situazione, avrei preferito che fosse così sin dall’inizio, altrimenti avrei mantenuto solo i pensieri di Allison.

Infine ringrazio di cuore l’autrice che ha deciso di raccontare una fantastica storia, che spero proprio abbia il successo che merita.


 


Nessun commento:

Posta un commento