domenica 12 marzo 2017

Uscite mensili Autori Emergenti


Titolo:Dark Truth
Autore:Seli Raven
Genere:Dark Romance/Erotic


Vivere o morire?
Cosa siamo pronti ad affrontare per la persona più importante della nostra vita?
Lesley Taylor non ha idea di cosa sta per capitarle. Le sue migliori intenzioni la condurranno nelle
peggiori situazioni.
Entrata in un nightclub di Chicago alla ricerca disperata di suo fratello, si imbatterà in quello che ben
presto diventerà il suo incubo peggiore: Raven.
Non esisterà più giusto o sbagliato, né legge e giustizia, ma solo oscurità, terrore e il male puro,
concentrato in un unico uomo.
Il corpo di Lesley diventerà lo strumento di Raven. Verrà usato, bramato e umiliato. La purezza che
emana verrà corrotta e cancellata per sempre.
Pietà, limiti e speranze, sono parole che non esistono in quel mondo e Lesley lo scoprirà sulla sua
pelle.
La sua lucidità verrà messa così a dura prova che inizierà a distorcere la realtà e confondere i
sentimenti, il suo aguzzino non sembra più così crudele, chi era disumano sembra conservare un
pezzetto di cuore nascosto da qualche parte.
Ha bisogno di scoprire la verità prima di impazzire… Sempre che riesca a rimanere in vita.
«Una volta che si entra all’inferno, la strada della redenzione è quasi impossibile.»

CONTIENE SCENE DI SESSO ESPLICITE E VIOLENTE. SI ASTENGA CHI NON
CONOSCE IL DARK ROMANCE.

Estratti doppio Pov
Lesley
Ho sempre pensato che nella vita avrei fatto solo ciò che avrei voluto, senza avere mai rimpianti e
senza angosciare le mie giornate con la classica frase “E se invece?”.
Ma tutto e dico tutto, nella vita cambia. Non c’è niente di statico, tutto muta, incessantemente. Il
nostro corpo, i nostri pensieri, il nostro essere. In un millesimo di secondo ogni cosa può cambiare,
può rivoluzionarsi e diventare nera, può precipitare in un batter d’occhio. Tutto può finire… E adesso
ne ho la prova lampante.
Tutto ciò che vedo è il buio più assoluto mentre una strana puzza invade le mie narici.
Non sento nessuna voce, nessun rumore, avverto solo la pelle dei miei polsi e delle mie caviglie strette
talmente forti, da percepire il freddo delle catene che si uniscono al gelo delle mie vene che si stanno
congelando. Una goccia di sangue scorre giù dalla fronte, mentre percorre lenta e delicata il mio viso,
fino ad arrivare nel pezzo di tessuto che serra la mia bocca con violenza. Il mio corpo è debole e
tumefatto, lo percepisco ogni qualvolta cerco di divincolarmi.


Raven
«Fammi vedere cosa sai fare.»
Indossa una parrucca dai capelli rossi. È così rigida da sembrare una statua di porcellana, messa lì per
sbaglio. Perfettamente a tempo, apre le gambe e inarca la schiena all’indietro, arrivando con il sedere
sin quasi a toccare il pavimento. Rivolge per la prima volta gli occhi ai suoi spettatori, ma li distoglie
subito. Frenetica si abbandona meccanicamente alle note, quasi come se si fosse estraniata, o fosse in
un altro mondo parallelo. Si aggrappa alla sbarra con agilità impressionante, lasciandosi dondolare
nel vuoto. Cattura la mia attenzione senza accorgersene.
Guardo Jack che si avvicina.
«Voglio quella nel mio privé tra dieci minuti.»
Mi sposto e vado nel mio angolo. Mi siedo su una poltroncina bassa di pelle nera. Fumo con vigore,
osservando il piccolo palco allestito per le occasioni speciali.
Jack la accompagna e la piazza dinnanzi a me. È incazzata, ma non ha capito che qui dentro l’unico
a poter essere incazzato sono io.
«Perché sono qui?», chiede fissandomi negli occhi.
«Girati.»
«Cosa?»
«Ti ho detto, girati.»
Mi guarda e non si schioda. Alzo gli occhi in direzione di Jack che la prende immediatamente per un
braccio e la fa voltare tenendola ferma.
«Lasciami!», urla e si dimena.
Mi alzo impaziente, mi dirigo verso di lei, fermandomi a pochi passi.
«Smettila di dimenarti. Qui comando io e se ti dico di fare una cosa, tu la fai.»











Titolo:L'osceno è la radice del piacere
Autore:Enea Tonon
Genere:Erotico

Trama




Oltre il piacere, si snoda la vera storia dell'amore sadico, che una giovane donna crudele, vive senza regole né scrupoli. Con gelida determinazione, cerca l'estasi dei sensi attraverso la sua lucida brutalità, convinta che il piacere sublime sia quello spietato, in cui il proprio esercizio della cattiveria sia reso del tutto possibile e completamente disponibile. Ritiene che il piacere sia possente, determinato e dilagante, perché scritto nel DNA, mentre l'amore è invece un sentimento debole, che trova le sue origini in ambito culturale. Una rapida discesa all'inferno accomunano ognuno con suo modo, i due personaggi di questa storia.

Nessun commento:

Posta un commento