lunedì 24 aprile 2017

Recensione:Radica di Lune



Vi è una terra immaginaria i cui paesi sono detti Podestati.
La morte di un Podestà, l’elezione del suo successore, la firma di un’importante convenzione commerciale e l’ombra di una potente e oscura droga fanno da sfondo all’intera trama e saranno all’origine di intrighi, menzogne, agguati, furti, rapimenti, scomparse misteriose, inseguimenti rocamboleschi, ricatti.
Una storia corale che, come protagonisti, vede una donna forte, chiamata a guidare la successione e decisa ad ogni costo a rispettare un giuramento; una figlia rimasta orfana coinvolta nei giochi di potere tra mercanti e commercianti; bambini misteriosamente scomparsi; ribelli in lotta per la loro gente; donne votate a preservare la vita; un uomo che gli eventi chiameranno a fare i conti col passato ed esseri, forse mostri, capaci di mutare e farsi crescere le ali.
Benvenuti nei Podestati!




Questa storia è ambientata in una terra immaginaria, divisa in Podestati ognuno governato dal proprio Podestà. La storia si snoda tra convenzioni commerciali, intrighi politici, assassini, ricatti e agguati che si generano a causa della morte di uno dei Podestà per l’elezione del suo successore. Ci sono rapimenti di bambini, ribellioni e infiniti giochi di potere.
La storie è ricca di personaggi tra cui si mescolano anche degli esseri misteriosi, delle creature leggendarie a cui possono spuntare le ali…sono considerati come dei mostri.





E’ particolare la scelta dell’autrice di creare questo mondo immaginario con addirittura un calendario e una scansione del tempo tutta sua. Personalmente trovo che questa scelta renda la lettura confusionaria e non apporti nulla di più alla storia. A me ha confuso un po’ le idee perché obbliga il lettore a pensare alle corrispondenze temporali piuttosto che a concentrarsi sulla narrazione.
Personalmente ho trovato comunque la storia poco coinvolgente e troppo incentrata sulle vicende politiche, non penso di leggere il seguito.






 



9 commenti:

  1. Ho letto il commento su Amazon e ho deciso di dare un'occhiata per capire cosa pensassi di altri libri e vedere se poteva rispecchiare i miei gusti, ovviamente no! Non capisco; perché hai deciso di leggere di un libro del tutto estraneo ai tuoi gusti (direi che ti concentri palesemente solo su libri romantici), decidendo non solo di spoilerare parte della trama,rivelando oltretutto cosa fosse la radica del titolo,ma anche di stroncarlo con osservazioni da liceale? Nomi assurdi? Totalmente incentrato sulla politica? Hai mai letto,ad esempio,il Trono di Spade? Chiaramente NO, perché se non riesci a gestire questo figuriamoci quelli. Per fortuna ho deciso di leggere il tuo blog, così mi sono decisa a comprarlo. Ma la prossima volta evita di fare recensioni su libri che esulano dalle tue conoscenze specialmente se è la prima e unica che possibili compratori possono leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un libro puo piacere o meno sono gusti,nessuno ti ha mai detto di andartelo a comprare.Se ti basi sulle recensioni di amazon sono problemi tuoi e poi mi risulta che il libro non piaccia ad altra gente se vado nella classifica amazon.Uno legge e si cimenta in quella che vuole e marty fa recensioni oneste e bellissime aiutando gli autori nel migliorare.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Un'ultima cosa, io sono sempre felice di ricevere commenti alle mie recensioni, purchè siano costruttivi e abbiano solide basi. Credo di poter affermare a nome di tutte le collaboratrici del blog che ci fa sempre piacere avere commenti e intavolare discussioni perchè ognuno ha diritto ad avere il suo parere e è bello vedere i diversi punti di vista di uno stesso libro. Il tutto ovviamente con un minimo di razionalità quindi magari la prossima volta leggi il libro prima di fare commenti con questo tono sgradevole.

      Elimina
  2. Ironicamente, sono capitata sul tuo blog per lo stesso motivo di Hjk1982. Non userò toni così aggressivi, ma è vero che in tantissimi fantasy ci sono nomi particolari e calendari differenti, sono cose da tener conto quando si recensisce un libro di questo genere.
    Piccolo appunto sulle recensioni Amazon: tutti basano i loro acquisti sulle recensioni, è così che scopri, per esempio, quando il computer che stai comprando ha un difetto di fabbrica o quando è un affare. E il discorso non cambia per i libri, seppur più soggettivo.
    Due stelle su Amazon equivalgono a un prodotto pessimo e considerando che il libro è ben scritto, per quanto non vi possa piacere, meriterebbe una recensione più imparziale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ironicamente parlando credo che aspetta all' autrice parlare con la ragazza che ha recensito il libro se vuole sapere il motivo del due stelle. Siccome io non l ho letto non posso dire che sia scritto bene come tu dici e caso vuole che hai letto il libro e non gli hai dato un voto. Se ti basi su recensioni fatte da amazon so fatti tuoi

      Elimina
  3. A parte il fatto che penso che ognuno è libero di leggere ciò che vuole , si posso usare altri toni per esprimere il proprio pensiero. Inoltre non penso che una persona che leggere principalmente rosa non abbia le "conoscenze" per leggere Fantasy. E ricordiamoci sempre che i gusti sono gusti e bisogna rispettarli. Non a tutti possono piacere le stesse cose (basti vedere i "grandi libri" odiati da molti) e grazie da dio per fortuna è così!
    Poi se proprio vogliamo punralizzare sono più ragazze che recensiscono su questo blog, chi lo segue ha imparato a conoscerle, e questa in particolare legge raramente rosa, anzi.
    Concludo dicendo solo che i toni possono essere altri, se questa recensione fà tanto scalpore allora verrà tolta, ma io mi farei 2 domande anche sul fatto che sia l'unica.

    RispondiElimina
  4. Buona sera a tutti.
    Sono l’autrice e no, non sono hjkp1982.
    Intervengo solo perché vorrei sinceramente che questa che sembra quasi una lite si chiudesse qui.
    Sono profondamente convinta che, come segnalato più volte nei precedenti interventi, gusti e opinioni siano personali e tali debbano rimanere anche quando espressi in un post. E come tali andrebbero rispettati, anche quando contrari ai nostri. Credo che nella letteratura fantastica ci sia una sola cosa sulla quale si possa criticare, a ragione, in termini assoluti: l’uso corretto della lingua italiana. Tutto il resto, appunto, è questione di gusti.

    Vorrei ringraziarvi per avermi segnalato la non intuitività nella pronuncia dei nomi (Ryūshugo si pronuncia Ryuuscugo, Kon è spesso usato abbreviato perché non può usare il suo vero nome per via del suo ruolo negli eventi). Provvederò presto con un post su fb e uno sulla pagina autore. Circa l’origine dei nomi la terrò ancora un po’ per me.
    Buone cose e buone letture a tutti
    Lune

    RispondiElimina
  5. Mi aspettavo una recensione che argomentasse il giudizio negativo (la definizione stessa di "recensione")... Invece sono 4 righe buttate lì da una persona che non sembra neanche avere capito il libro!

    RispondiElimina