giovedì 18 maggio 2017

Recensione:Il manifesto della felicità di Lucy Anne Holmes





A Tiddlesbury, una piccola cittadina inglese, tutti conoscono e adorano Fanny.
Fanny è dolce, simpatica, sembra brillare di una luce speciale. Il suo segreto? Attenersi ogni giorno a una stretta regola di vita, il Manifesto della Felicità, compilato dalla sua migliore amica sotto forma di decalogo. Si tratta di semplici azioni quotidiane - Elenca tutte le cose belle che hai; Prenditi cura di qualcosa; Ridi; Concediti un premio - che servono a regalare un po’ di buonumore, a rendere il mondo più bello e che, magicamente, portano anche fortuna.
E così, proprio grazie al Manifesto, Fanny ha incontrato Matt, bello e di successo, forse un po’ troppo devoto alla carriera, ma con tutte le carte in regola per essere definito il “ragazzo perfetto”. E ora, come in una fiaba, lui le ha chiesto di sposarlo. La data del matrimonio è vicinissima, e le cose da organizzare così tante... troppe, per una come Fanny che vive perennemente con la testa tra le nuvole! Come se non bastasse, a turbare l’equilibrio della sua vita da sogno arrivano la madre, che le piomba in casa all’improvviso in cerca di ospitalità, e un ragazzo, sexy da togliere il respiro, che le fa battere il cuore come non le capitava da tempo. Le certezze di Fanny cominciano a vacillare una dopo l’altra: tenere a bada la madre, un vero e proprio tornado di donna, e tentare di reprimere i sentimenti ribelli che rischiano di mandare all’aria l’imminente matrimonio non è semplice… Esisterà una regola anche per scampare ai disastri d’amore?






Oggi mi ritrovo a parlarvi della mia ultima lettura dello scorso week-end che mi ha tenuta incollata per due giorni interi, apparte la vasta estensione di pagine mi ha tenuto incollata per via della storia in sè non ho amato molto la decisioni della nostra protagonista mi spiego meglio fin dall'inizio.
Jenny Taylor non guarda indietro alla sua infanzia con ricordi felici e belli,con un padre che gli dava della sfigata e non credeva mai a lei,con una madre che preferiva non guardare e farsi la sua vita, poi  quando si innamora per la prima volta e perde la verginità non è stata fortuna,la prendevano sempre in giro per via del suo nome e cognome così cade in depressione.La sua vita da teenager terribile e traumatica le fa perdere tutta la fiducia in lei. 





Quando la sua fiducia in se stessi è sempre bassa, la sua  migliore amica, Philippa, entra in contatto con il manifesto della felicità,consiste in una lista di dieci cose da fare ogni giorno per potersi sentire bene e utile al mondo,da allora, Jenny lo segue ogni giorno religiosamente e la sua vita è stata trasformata. 
Attraverso questa lista, ha incontrato il suo fidanzato ragionevole Matt e le cose erano abbastanza bene tra loro, anche se Philippa non ha mai approvato il rapporto tra i due.Quando viene a sapere del matrimonio imminente della sua migliore amica non è favorevole perchè sa che sta commettendo un grosso enorme sbaglio. Matt è un uomo molto bello, ma un po 'troppo dedico al suo lavoro e poi non tratta bene la sua sua fidanzata diciamolo ragazze comandata a bacchetta e lei lo lascia fare...bha.
Le cose sono diventate piuttosto misere quando la mamma di Fanny è venuta a vivere con lei dopo aver lasciato il marito perchè è venuta a conoscenza da da mesi la tradiva con un'altra donna,ma la mamma di Fanny nasconde un segreto che non posso svelarvi.



Fanny non è riuscita nel stare bene con la sua famiglia , i suoi genitori sono una delle cause principali della sua depressione adolescenziale, quindi dover affrontare la madre ogni singolo giorno. All'interno delle pagine, Fanny incontra in una farmacia Joe King. 
Quando incontra Joe per la prima volta ha provato una sensazione che non aveva mai provato neanche con il suo attuale fidanzato ma cosa ha di tanto speciale Joe?


Tuttavia, Jenny continua a pensare a Joe e di come lui la tratta rispetto a Matt perchè?
King è quello che. Non appena la incontra, si sente scintille e questo la rende dubbiosa verso il suo impegno per Matt.



Prima volta che leggo qualcosa di questa autrice ammetto che tra alti e bassi e colpi di scena che non mi aspettavo ha catturato la mia attenzione,se pur una lettura che si legge bene ho trovato certi punti un pò noiosi.

La Holmes con il manifesto della felicità ci insegna che la vita è breve,dobbiamo viverla appieno nel bene e nel male.

Cosa non mi ha coinvolto come speravo?
Jenny prima di tutto come ho detto dall'inizio le sue scelte,accettare un rapporto con un ragazzo solo per sentirsi protetta e amata,accettare un matrimonio pur sapendo che dentro di sè sta sbagliando,allontanare un ragazzo davvero carino e dolce con lei pur di sentirsi bene.

Cosa manca? capisco il genere(young adult) ma manca di pathos,ci sono momenti tra Joe e Jenny ma non ho sentito nulla.

Un finale davvero sorprendente non solo perchè ho versato qualche lacrimuccia ma un mistero viene svelato.Non sono molto brava nell'accettare i finali aperti non so se questo era giusto oppure no ma per mio gusto speravo in un epilogo.








Nessun commento:

Posta un commento