lunedì 26 giugno 2017

Recensione: Love generation di Noelle Olsen














Anno 2006. Arianna Lombardi, diciottenne studentessa dell'ultimo anno di liceo, vive una vita quasi perfetta: famiglia benestante, feste in yacht, amici a volontà.
Arianna, però, custodisce un segreto. O meglio: custodisce una persona dentro di se' di cui è segretamente innamorata.
Lui, Tommy Ferrari, il classico belloccio popolare e altezzoso. S'incontrano spesso, tra feste e ore scolastiche, come se una forza misteriosa voglia sempre intervenire sui loro destini.
Tutto sembra andare a gonfie vele nella vita di Arianna, quando una notizia sconvolgente si abbatte su di lei come un fulmine a ciel sereno, in quella calda giornata di Agosto, cambiando per sempre la sua vita. Un evento capace di inaugurare una catastrofe silenziosa, sistematica. Tutto quel castello di sogni, speranze, illusioni giovanili, rimpiazzato giorno dopo giorno da una realtà tortuosa, fatta di preoccupazioni e responsabilità.
Una notizia che cela dietro di se' una verità molto più agghiacciante. Arianna si troverà ad affrontare, come tanti altri suoi coetanei, il lungo
percorso in cui vede il suo mondo innocente, la sua ``generazione d'amore'' trasformarsi in un mondo crudo e colpevole.
Il cammino dall'adolescenza all'età adulta.










Buongiorno amici lettori! Scusate la mia assenza ma ero in vacanza!! E anche se preferirei essere ancora su quelle bellissime spiagge caraibiche sono felice di essere tornata a scrivere recensioni per voi!! 
Il libro di cui vi parlo oggi è uno dei miei tanti amati self: Love generation, di cui chiedo scusa al l'autrice per la lunga attesa dalla mia recensione. Attesa però che n'è valsa la pena, perché mi ha lasciata piacevolmente sorpresa. 





La storia pur essendo incentrata su Arianna, diciottenne in preda ali primi amori e alla maturità, è circondata da una serie di altri personaggi le cui vite si intrecciano pagina dopo pagina. Questo grazie a una scrittura in terza persona, che anche se non è tra le mie preferite mi ha catturata facilmente. 

All'inizio del libro scopriamo un Arianna immersa nella routine di tutti i giorni, con il solito fidanzato, le solite migliori amiche, e la solita scuola. Ma il suo cuore in realtà appartiene ad un altro ragazzo, Tommy. Tommy che è il tipico figone sciupa femmine, che di certo non potrà mai innamorarsi di una ragazza come lei. 




Ma si sa che a volte il destino è più imprevedibile di tutto il resto....
Ci troviamo così a leggere di una "Generazione d'amore", piana di felicità e spensieratezza, ma anche di delusioni e tormenti. Devo dire che questa prima parte del libro è stata ben articolata dall'autrice, ti colpisce subito l'amore di Arianna e non vedi l'ora di leggere la pagina successiva per scoprire se riuscirà a conquistare il cuore del freddo Tommy. Al tempo stesso però non puoi fare a meno di sperare che la povera Irene trovi il ragazzo giusto, o che Petra metta la testa a posto.

Leggere il loro passaggio dell'età adolescenziale a quella adulta non può fare a meno che riportarti indietro nel tempo, quando eri tu stessa nei panni di Arianna. Ricordi che forse un tempo ti sembravano troppo dolorosi adesso ci ripensi con un sorriso, perché é grazie anche a quelli se ora sei la persona che sei. 

Nella seconda parte del libro invece Troviamo un Arianna cresciuta e ormai adulta. Infatti dopo che tutti i suoi sogni sembravano realizzati, riceve una brutta notizia, che distruggerà la sua bella vita spensierata e la porterà a compiere delle scelte, che forse la perseguiteranno per il resto della dsua vita. 

Nonostante abbia apprezzato molto questo "colpo di scena", Non mi sono trovata molto d'accordo con il seguito. Questo è stato molto frettoloso, quando invece avrei voluto sapere come Arianna aveva affrontato la sua nuova vita, come si era rialzata, e come era arrivata fin li. L'autrice poteva benissimo prevedere un secondo volume in cui raccontava tutta questa parte di storia, che a par mio è comunque molto importante. 

Anche il finale non l'ho ben capito. Ho compreso la scelta di Arianna di voler affrontare un ultima volta i demoni del suo passato, e di chiarire le cose lasciate in sospeso, Però la scena finale mi ha lasciata con l'amaro in bocca. Volevo e voglio davvero sapere come prosegue la sua vita, se di quella generazione d'amore ne è rimasto qualcosa o se sono solo ricordi e sogni infranti. Spero davvero ci sia un secondo volume che assecondi la mia sete di sapere. Perché poi diciamocelo, un ragazzo come Tommy non si può facilmente dimenticare, anche dopo 10 anni di distanza...

Tirando le somme direi che lo promuovo a pieni voti. In alcuni punti si legge ancora un po' l'inesperienza dell'autrice (ho notato la ripetizione di alcune frasi/parole, Ma sono piccolezze)  che comunque ha scritto un buon libro pieno di emozioni e sentimenti. Complimenti, un ottimo inizio. 









Nessun commento:

Posta un commento