Recensione in Anteprima:Il viandante di Jane Harvey-Berrick





Scegliere tra carriera e amore è difficile, Aimee si trova di fronte a un bivio: Kes, il suo circense, il ragazzo che le ha nascosto la verità su se stesso, o il sogno di diventare una maestra elementare. Non può dimenticare la passione che li ha uniti e non riesce a nascondere l’ammirazione vero l’uomo che ama, libero da ogni costrizione sociale. Lui è l’unico che sa volare, proprio come un gheppio, l’unico che la porterebbe sempre con sé, anche se la vita unita al destino è sempre lì, pronta a giocare i suoi brutti scherzi inaspettati. Ma ferire un circense vuol dire far sanguinare tutti gli altri, e nessuno può farlo senza pagarne le conseguenze. 




Buon pomeriggio a tutti! Oggi vi parlerò de “La viandante”,il secondo volume della Travelling Series di Jane Harvey-Berrick,edito Delrai Edizioni. Venite a scoprire cosa ne penso!

E’ possibile lasciarsi tutto alle spalle,per seguire la persona che si ama? E’ proprio quello che Aimee si chiede da un bel po’ senza aver trovato ancora una risposta:




Dopo un breve periodo di lontananza,Kes raggiunge Aimee nel New Hampshire e prova a familiarizzare con un ambiente completamente diverso rispetto al suo: questa prima parte l’ho trovata abbastanza lenta per il contesto in cui si svolge,però sicuramente è l’occasione per Aimee per conoscere il passato di Kes. Ben presto Aimee comprende che è impossibile trattenere Kes,uno spirito nel suo mondo,per questo prenderà una decisione davvero coraggiosa,forse la più importante della sua vita:


Da questo momento in poi la storia si rivela sicuramente più intrigante,in quanto si entrerà nuovamente nel fantastico mondo del circo,rincontreremo vecchie conoscenze e Aimee toccherà con mano gli scheletri nell’armadio di Kes.
Purtroppo non tutto filerà liscio come l’olio,ma ci sarà un grosso ostacolo da superare e proprio in quest’occasione Aimee tirerà fuori il meglio di sé per un finale di quelli che piacciono a me!

Anche questo secondo volume è narrato in prima persona dal pov di Aimee con una prosa semplice e fluida,che mi ha trascinata inconsapevolmente fino alla fine! L’autrice si è sicuramente superata con questo secondo volume,perché ha creato un mix perfetto tra quotidianità e magia del circo,completando il tutto con una precisa caratterizzazione dei vari personaggi e con una coinvolgente descrizione dell’ormai nota ambientazione. Consiglio la lettura di questo secondo volume della Travelling Serier per continuare questo viaggio con Kes e Aimee,nonostante non condivida la scelta repentina di Aimee.
Ora attendo con trepidazione gli altri 2 volumi della serie per conoscere le storie degli altri personaggi!





Commenti