Recensione:Quando una nave si incaglia l'ha deciso il mare di Amanda Foley


Titolo: Quando una nave si incaglia l'ha deciso il mare
Autore:Amanda Foley
Editore: Literary Romance
Genere:  Romanzo Storico
Formato: Ebook
Prezzo: 2,99
Pagine: 260




Logline: Conosci la mano che tesse il tuo destino, giovane Edward…
Irlanda 1892
In una terra devasta da una profonda crisi politica e religiosa, nella contea di Gallway, viene trovato il corpo carbonizzato di una donna. Avrà a che fare con l’antica dinastia inglese dei Winslow?
Nel frattempo, l’inaspettato matrimonio del facoltoso lord Oliver, rampollo della nobile famiglia, mette a duro confronto il destino di due donne molto diverse: Kathleen, giovane popolana irlandese e lady Emma, superba matriarca degli altolocati Winslow. I continui scontri tra loro spezzano il precario equilibrio della famiglia portando alla luce quei segreti che sarebbero dovuti rimanere tali: come i natali dell’unico erede, Edward, che vive in bilico tra il senso del dovere verso la potente famiglia e il seme ribelle dell’orgoglio irlandese che si scontra con gli ideali di lady Emma, sua nonna.
Mentre nei villaggi e nelle città irlandesi si preannuncia una lotta senza quartiere contro l’odiata Inghilterra, Edward è costretto a partire per la Louisiana. Lì, conosce Eleanor, indomita e passionale suffragetta che lo aiuterà a far luce su se stesso, il suo futuro e il segreto che avvolge l’influente famiglia.
Tre generazioni a confronto per comprendere che talvolta è necessario tornare al passato per affrontare il futuro.










Buongiorno lettori cominciamo questa settimana con una nuova recensione dalle tinte storiche ,quando ho deciso di leggere questo romanzo il mio entusiasmo era alle stelle pur leggendo la vasta e complessa trama non volevo demoralizzarmi. Questo è il secondo romanzo che leggo di questa autrice sono due generi diversi e storie molte diverse tra loro in questo romanzo trovo una maturità e una ricerca in piu' che l'autrice svolge.
Questo romanzo affronta molte tematiche politiche ma affronta un riscatto della donne in un'epoca dove la donna si sposava e accudiva i figli.





















Il romanzo si apre con un prologo ambientato nella Contea di Galway ,nel febbraio 1892
con lo spaventoso incendio di una casa del paese,  e in cui si era ritrovato il corpo carbonizzato della proprietaria Kathleen O’Brian, quando, dopo anni di lontananza in collegio a Londra, Edward Winslow ritorna al castello dove risiedono i nonni, gli unici parenti che gli sono rimasti.Il fulcro della storia è infatti l'enigma che riguarda il personaggio di Kathleen O'Brian. Solo scoprendo il passato della donna, Edward Winslow potrà comprendere pienamente il suo presente e vivere finalmente con coraggio il suo futuro.


“Sono convinto che dobbiamo guidare la nostra vita e lottare perché ciò in cui crediamo si realizzi –replicò Sean – Forse non è così importante quello in cui crediamo, quanto l’intensità con la quale ci crediamo. Tuttavia può accadere che nonostante ogni sforzo per dirigere la nave in porto le cose vadano diversamente. Quando una nave si incaglia l’ha deciso il mare.”

Al primo impatto il romanzo si presenta come una saga familiare, nella quale si narra la storia del nobile lignaggio dei Winslow, al quale appartiene Edward, il protagonista maschile.
Notiamo che la narrazione si suddivide in due: da un lato il presente nel quale si muovono Eleonor, Edward ed altri personaggi minori, nel quale pian piano impareranno a conoscere se stessi e a scoprire che cosa significhi crescere e abbandonare certi limiti personali per acquisire una nuova consapevolezza delle cose.
La seconda parte narra, invece, delle origini di Edward e soprattutto della figura di Kathleen, la giovane madre di origine Irlandese che viene ripudiata dalla famiglia Winslow quando essa si lega in matrimonio con il primogenito Oliver, per via del suo essere diversa e di umili origini.




Un improvviso viaggio lo porta in America,Qui fa la conoscenza di Eleanor, una giovane caparbia e ribelle, che ambisce ai nascenti ideali di dare il contributo alla lotta per i diritti di voto alle donne. Eleanor si distingue dalle altre donne: schietta e sincera ma molto intelligente.Edward ne rimane affascinato, la sua spontanea ingenuità lo incuriosisce e gli fanno desiderare molto di più di una fugace avventura.Saranno l’incontro con la giovane ostinata e ribelle Eleanor e lo sbocciare dell’amore per lei a costringerlo ad affrontare le sue paure e le catene che gli impediscono di svolgere le vele, fino a decidere se diventare finalmente artefice delle proprie scelte e del proprio destino.



Edward la guardò senza parlare. Era la cosa più bella che avesse mai visto. Nella corsa aveva perso il cappello, e i suoi lunghi riccioli erano sciolti al vento. Ansimava, e quel viso accaldato sembrava quello di un angelo. «Perché non ti sei fermato? Devi smetterla di venire da me e poi scappare. Se devi dirmi qualcosa fallo adesso, non prenderti gioco di me. Prima mi insulti e te ne vai, poi mi cerchi per scusarti, mi baci e scappi dicendo che ti porterò alla rovina. Non ti lascio andare, se prima non mi spieghi di cos’hai paura, se è di questo che si tratta. Se invece è così che sei solito fare con le donne, non ti permetto di trattarmi come le altre!» Aveva parlato a ruota libera e si sentiva completamente svuotata. Un fremito inarrestabile la scosse. Provava un senso di angoscia che non sapeva spiegarsi, almeno non in quel momento così carico di emozioni contrastanti. Edward non aveva la forza di rispondere. Voleva piangere, ma in nessuna circostanza un uomo, un vero uomo, poteva cedere alle lacrime. Era una regola ineluttabile inculcatagli sin da bambino. Infrangerla significava essere un debole, una donnicciola.


Cosa non ho apprezzato del romanzo sono le due divisioni della storia ,la poco storia d'amore che lega questi due giovani ragazzi alle prese con il primo amore e alla scoperta di tutto.Altra nota negativa la troppa politica non sono amante di essa e trovarla in un libro mi annoia parecchio.
Un finale che mi ha lasciata letteralmente a bocca aperta per ben due volte, prima credevo in una cosa che non potevo accettare e poi l'autrice così di punto in bianco mi da la mazzata finale. Un epilogo che mi ha fatto desiderare un lieto fine,ammetto sono una di quelle che ama il lieto fine non posso accettare questa fine spero l'autrice stia pensando ad un piccolo sequel per farmi contenta :)



Commenti